Banner
Seguici su Facebook! Facebook-Icon
Con altri occhi - Il libro PDF Stampa E-mail

 

Con Altri Occhi LOGO

 

      Il progetto | Obiettivi Attività Concorso | Eventi | Il libro | Il sito

 

 

 

 

CON ALTRI OCCHI - INCONTRI NELLE SCUOLE DIALOGANDO DI MIGRAZIONI

Come ottenere il libro

Sito di progetto

 Libro Con altri occhi - Incontri nelle suole dialogando di migrazioni

È uscito ufficialmente domenica 23 settembre 2018, con un evento pubblico a cui hanno partecipato più di 200 persone, “CON ALTRI OCCHI”, primo libro a livello nazionale di “Incontri nelle scuole dialogando di migrazioni”. 

La redazione e pubblicazione dell’opera è parte dell'omonimo progetto culturale Con altri occhi.  L'idea del libro è nata in Aeris Cooperativa Sociale, che ne ha promosso e autoprodotto la pubblicazione, con l'intento di non disperdere la ricchezza di quanto generato nel dialogo con gli studenti che, dall’ottobre 2016, Aeris sta promuovendo nelle scuole primarie e secondarie inferiori del Vimercatese e Trezzese.

In due anni di attività sono stati raggiunti più di 7mila studenti di 340 classi, con la collaborazione di almeno 800 docenti di 15 istituti comprensivi.

L'opera intende proporsi  come possibile vademecum per trattare con chiarezza i temi legati alle migrazioni, nell’ambito scolastico e non solo.

Il libro è un'opera corale, scritto a più mani. L'autore principale è Daniele Biella, coordinatore per Aeris del progetto Con altri occhi, nonché giornalista esperto di migrazioni e scrittore (“Nawal, l’angelo dei profughi”, 2015 e “L’isola dei Giusti. Lesbo crocevia dell’Umanità”, 2017). Alla stesura hanno inoltre collaborato Bourama S., Harris I. e Mamadou D., persone che hanno richiesto asilo politico in Italia e che assieme a Biella hanno incontrato gli studenti; Sergio Saccavino, Direttore Commerciale Aeris, Laura Saudelli, Vicedirettore Commerciale Aeris, e Cristina Romanelli, Coordinatrice Aeris Area Migranti., condividendo le proprie storie e rispondendo a ogni loro domanda.

Strutturato in capitoli che hanno come titolo le stesse domande degli studenti (tra esse “Perché sei partito?”, “Vorresti tornare al tuo Paese?”, “Ci racconti il tuo viaggio?”, “Qual è il tuo sogno?”, ma anche “E’ vero che ti danno 35 euro al giorno?”, “In Italia sei stato trattato male qualche volta?”), il libro racconta come sia possibile guardare l’altro con altri occhi pur rimanendo se stessi, percorrendo un viaggio metaforico, che attraverso un lessico semplice e spontaneo, racconta come il tema delle migrazioni sia in grado di unire adulti e ragazzi, dalla scuola alla vita quotidiana. La pubblicazione è arricchita da disegni, poesie e pensieri degli stessi studenti, raccolti durante e dopo gli incontri in classe e che sono stati protagonisti di un successivo concorso a premi. In appendice, viene infine descritto nei dettagli il modello di accoglienza diffusa che Aeris Cooperativa Sociale porta avanti dal 2011.

 

 

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando il sito web Coopaeris accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni approfondisci.